I segreti dello scriptorium

 

PUBBLICATI GLI ATTI DI DUE DENSE GIORNATE DI STUDI

Un Convegno sulle Tecniche della Miniatura

Chiunque sfogli un codice miniato resta invariabilmente colpito non solo dalla valenza estetica di molti di questi artefatti, ma anche dall’intreccio di tecniche, materiali, operazioni e competenze diverse messi in campo, con lo spirito di un affiatato gioco di squadra, degli svariati artefici impegnati nella realizzazione di queste piccole quanto complesse opere d’arte. Ma se da tempo, ormai, il mondo degli studi ha saputo adibire proficuamente i propri strumenti esegetici e interpretativi al servizio dell’inquadramento storico-critico, paleografico e codicologico del manoscritto miniato, meno frequente, anzi quasi del tutto assente almeno dall’orizzonte scientifico del mondo accademico italiano, risulta lo studio del libro “prima di Gutenberg” inteso nella sua interezza e completezza oggettuale, ovvero nella materialità dei suoi componenti e dei suoi processi produttivi. Così, mentre dalla ricerca scientifica di scuola anglosassone sono giunti contributi illuminanti come il fondamentale, pionieristico lavoro di Jonathan J. G. Alexander I miniatori medievali e il loro metodo di lavoro, pubblicato in Italia da Franco Cosimo Panini Editore, è solo in tempi recenti che i nostri studiosi, pur all’avanguardia sotto il profilo tradizionalmente attributivo e storico-artistico, hanno puntato i riflettori sull’“archeologia del libro” (nel senso dato a questa definizione da uno studioso come Carlo Federici): un filone di studi sul quale un convegno internazionale coordinato da Francesca Flores d’Arcais e Fabrizio Crivello ho posto a Milano, nel marzo del 2008, una prima, buona pietra, densa indubbiamente di futuri, ampi sviluppi e molto opportunamente accompagnata, a un paio d’anni di distanza, dal denso volume degli Atti dato alle stampe dall’editore modenese.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • del.icio.us

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ABBONATEVI ORA

Categorie